Castelraimondo

La città di Castelraimondo accoglie da anni studenti provenienti da tutto il mondo, che da sempre hanno beneficiato della tranquillità, della bellezza e dell’intimità dell’ambiente, con ogni tipo di servizio a portata di mano.

Castelraimondo è una città di circa 5000 abitanti, che si trova nella valle del fiume Potenza. Il territorio, tipico della Regione Marche, è costituito da dolci colline e splendidi panorami. Si possono respirare le antiche tradizioni, la storia e la cultura in una regione in cui è possibile ammirare spesso e volentieri torri, castelli, chiese e borghi medievali. Castelraimondo ha una lunga storia di oltre 700 anni, ma è anche una cittadina moderna, accogliente e aperta a visitatori e turisti. Non a caso, da oltre 25 anni, ospita diverse scuole di lingua italiana per stranieri, che hanno portato oltre 25.000 studenti a vivere una magnifica esperienza di vacanza studio in questo luogo, ormai noto a tante scuole e istituzioni nel mondo.

La dimensione a misura d’uomo di questa cittadina ha sempre permesso agli studenti di italiano di conoscere, parlare e familiarizzare con gli abitanti del paese, immergendosi pienamente nella vita autentica di questo luogo nel cuore dell’Italia. Tutte le comodità sono a portata di mano e non c’è bisogno di utilizzare mezzi di trasporto: basta una passeggiata. Il nome di Castelraimondo viene da Raimondo di Attone, che nel 1311 concesse il permesso a Camerino di costruirvi una fortezza.  Per saperne di più visita il sito del Comune:

http://www.comune.castelraimondo.mc.it/

Come Arrivare

Campus Magnolie Castelraimondo

IN AUTO

Per chi viene da Nord, uscita Ancona Nord (A14), proseguire per superstrada SS76 Jesi-Roma. Uscire a Borgo Tufico e proseguire, direzione Castelraimondo, per Cerreto D’Esi e Matelica. Dopo Matelica, a Castelraimondo, seguire le indicazioni per la stazione. Girare a sinistra sopra il cavalcavia e prendere la seconda uscita alla rotatoria, proseguire per 500 metri su Via Gariboldi, al numero 16 (sulla sinistra) c’è il Campus.

Per chi viene da Sud, uscita Civitanova Marche (A14), proseguire per la superstrada SS77 direzione Macerata-Tolentino, uscire a Tolentino Est e proseguire per centro città-San Severino Marche-Castelraimondo. Giunti a Castelraimondo, al semaforo girare a destra, proseguire fino alla fine della via. Di fronte alla stazione svoltare a sinistra, poi a destra sopra il cavalcavia e prendere la seconda uscita alla rotatoria, proseguire per 500 metri su Via Gariboldi, al numero 16 (sulla sinistra) c’è il Campus.

Per chi viene da Roma-Firenze, giungere a Castelraimondo (da Foligno-Colfiorito-Camerino o Foligno-Nocera Umbra-Passo Cornello-Pioraco). Appena arrivati a Castelraimondo, girare a destra e seguire le indicazioni per la stazione. Girare a sinistra sopra il cavalcavia e prendere la seconda uscita alla rotatoria, proseguire per 500 metri su Via Gariboldi, al numero 16 (sulla sinistra) c’è il Campus.

IN AEREO

Aeroporto più vicino: Ancona-Falconara “Raffaello Sanzio” a 50 minuti da Castelraimondo.

www.marcheairport.com

IN TRENO

Linea Roma-Ancona: scendere a Fabriano e prendere il treno per Castelraimondo.

Linea Milano-Lecce: scendere a Civitanova Marche e prendere il treno per Castelraimondo, oppure scendere ad Ancona, prendere il treno per Fabriano (direzione Roma) e poi il treno per Castelraimondo.

Linea Firenze-Foligno: scendere a Foligno e prendere il treno per Fabriano quindi per Castelraimondo.

www.trenitalia.it

Regione Marche

La Regione Marche si trova nel centro dell’Italia, tra la catena montuosa degli Appennini e il Mar Adriatico (distante poco più di un’ora in treno da Castelraimondo).

Il suo paesaggio ricorda quello della Toscana e dell’Umbria, con montagne, colline e spiagge che convivono a stretta distanza. Non esistono grandi città di riferimento, il capoluogo Ancona ha circa 100.000 abitanti; tipica delle Marche è, invece, una moltitudine di piccoli borghi medievalicon suggestivi castelli, chiese, rocche e teatri che testimoniano un passato ricco di storia e di cultura. Sebbene i 160 Km di spiaggia sabbiosa siano stati, in passato, il principale motivo d’attrazione per molti turisti, è proprio la parte interna della regione a rivelarsi come uno dei luoghi delle Marche più interessanti da scoprire.

Tra le città più celebri della regione è bene ricordare Urbino, dal celebre centro storico rinascimentale quasi intatto, Pesaro, Ancona, Macerata – famosa per il suo festival estivo di musica lirica presso lo Sferisterio – Fermo e Ascoli Piceno, che vanta una delle piazze più belle della penisola.

Dal punto di vista naturalistico è imperdibile la spiaggia di Sirolo, vera gemma nascosta sulla costa adriatica, il parco nazionale dei Monti Sibillini, innevati fino a primavera e con il prato fiorito (nei mesi di maggio e giugno) più grande d’Europa, e le meravigliose Grotte di Frasassi.